Il Numero Aureo E Le Cosmicomiche Di Calvino

12 Questions | Total Attempts: 25

SettingsSettingsSettings
Please wait...
Il Numero Aureo E Le Cosmicomiche Di Calvino

Lavoro a cura di: Catalano Chiara, De Gregorio Paolo, Genio Gabriele, Geremia M. Pia N. , Pafumi Giulia L. , Suraci Francesco P.


Questions and Answers
  • 1. 
    Quanto si allontana annualmente la luna dalla terra?
    • A. 

      5,8 cm

    • B. 

      2,4m

    • C. 

      4,2 cm

    • D. 

      6m

  • 2. 
    Secondo la teoria della recessione della luna presente nel primo capitolo delle cosmicomiche, la luna si allontana di 5,8 cm ogni anno a causa delle maree e della rotazione terrestre
  • 3. 
    La distanza dei pianeti dal sole non sembra una casualità, ma sembra seguire la sezione aurea. Dividendo le distanze dei pianeti dal sole per un determinato numero, si ottiene una sequenza che si avvicina molto alla successione di Fibonacci. Qual è questo numero?
    • A. 

      1

    • B. 

      40

    • C. 

      100

    • D. 

      50

  • 4. 
    A cosa corrispondono i tempi di rivoluzione dei pianeti, espressi in anni, in riferimento alla sezione aurea?
  • 5. 
    Nella via lattea si può riscontrare una figura aurea particolare. Quale?
    • A. 

      Rettangolo aureo

    • B. 

      Spirale aurea

    • C. 

      Triangolo aureo

    • D. 

      Decagono aureo

  • 6. 
    Quale caratteristica di saturno può essere rappresentata attraverso un rapporto aureo
    • A. 

      Distanza dei satelliti

    • B. 

      Distanza pianeta terra-sole

    • C. 

      Diametro anelli

    • D. 

      Variazione termica giorno-notte

  • 7. 
    Perché le stelle variabili RR Lyrae vengono definite auree?
    • A. 

      La composizione di queste stelle allude al triangolo aureo

    • B. 

      La proporzione di due delle loro componenti si avvicina alla sezione aurea

  • 8. 
    Le pulsazioni di queste stelle emettono frequenze quasi identiche alla sezione aurea.
  • 9. 
    Qual è la definizione più adeguata per il termine spirale?
  • 10. 
    ''La spirale è il tentativo di controllare il caos. Ha due direzioni. Dove si colloca, alla periferia o al vortice? Cominciare dall'esterno è paura di perdere il controllo: l'avvolgimento è serrarsi, ritirarsi, comprimersi fino a sparire. Cominciare dal centro è affermazione, muoversi verso l'esterno rappresenta il dare e l'abbandonare il controllo, la fiducia, l'energia positiva, la vita stessa.'' - Louise Bourgeios
  • 11. 
    Come rappresenta Calvino la spirale aurea nelle cosmicomiche?
    • A. 

      La galassia

    • B. 

      Una rosa

    • C. 

      La conchiglia

    • D. 

      La coda di un camaleonte

  • 12. 
    Quale tra questi elementi non è collegato alla spirale aurea?
    • A. 

      Il Colosseo

    • B. 

      L'uomo vitruviano

    • C. 

      La Gioconda

    • D. 

      Il partenone

  • 13. 
    Quale fu il primo popolo ad usare la spirale aurea?
    • A. 

      Romani

    • B. 

      Babilonesi

    • C. 

      Greci

    • D. 

      Carolingi

  • 14. 
    A livello storico vi sono diverse questioni aperte riguardo a se e a quali popoli, prima dei Greci, conoscessero la sezione aurea e la utilizzassero consapevolmente nelle loro opere. I casi più importanti sono quelli legati ai Babilonesi e agli Egizi.
  • 15. 
    Come viene anche definito il rapporto aureo?
    • A. 

      La Cifra Impronunciabile

    • B. 

      Il Quoziente

    • C. 

      Il numero dei numeri

    • D. 

      La divina proporzione

  • 16. 
    Perché viene definito in questo modo?
    • A. 

      Per via dei rapporti irrazionali (non esprimibili con un numero definito)

    • B. 

      Perché rappresenta un rapporto perfetto

    • C. 

      Perché nel suo rapporto sono presenti tutte le cifre

    • D. 

      Perché nelle credenze antiche aveva poteri misteriosi

  • 17. 
    Luca Pacioli, nel 1509 definisce il rapporto aureo ''Divina Proporzione''. Si tratta di una proporzione in cui entrano in gioco tre soli elementi: coesistono dunque in essa l'unità e la trinità; i rapporti che vi compaiono sono irrazionali e quindi non è possibile esprimerli con un numero definito: tale è la divinità, che non può essere circoscritta. Inoltre l'uguaglianza di tali rapporti riconduce all'immutabilità di Dio.
  • 18. 
    ‏‏‎ ‎
Back to Top Back to top