Economia

78 Questions

Settings
Please wait...
Economia

Questions and Answers
  • 1. 
    Secondo i marginalisti, nel mercato dei fondi a prestito una diminuzione del tasso d’interesse
    • A. 

      Che permette di accettare una produttività marginale del capitale corrispondentemente ridotta, non permette anche di impiegare una quantità maggiore di capitale

    • B. 

      Che permette di accettare una produttività marginale del capitale corrispondentemente ridotta, permette anche di impiegare una quantità maggiore di capitale

    • C. 

      Che permette di accettare una produttività marginale del capitale corrispondentemente aumentata, permette anche di impiegare una quantità maggiore di lavoro

  • 2. 
    Secondo le critiche di Keynes alla teoria marginalista del mercato del lavoro, la disoccupazione
    • A. 

      Comporta sempre una riduzione del salario reale, ma ciò non è comunque sufficiente ad aumentare i livelli di occupazione

    • B. 

      Comporta sempre una riduzione del salario reale, e ciò è sufficiente ad aumentare i livelli di occupazione

    • C. 

      Non comporta sempre una riduzione del salario reale, ma ciò non è comunque sufficiente ad aumentare i livelli di occupazione

  • 3. 
    Secondo Keynes, la domanda effettiva
    • A. 

      è la quantità di prodotto che gli imprenditori si aspettano di poter vendere a un prezzo sufficiente a recuperare i costi di produzione e a fornire un profitto normale

    • B. 

      è la quantità di prodotto che gli imprenditori si aspettano di poter vendere a un prezzo sufficiente a recuperare i costi fissi di produzione e a fornire un extraprofitto

    • C. 

      è la quantità di prodotto che gli imprenditori effettivamente vendono a un prezzo sufficiente a recuperare i costi di produzione e a fornire un profitto

  • 4. 
    Il reddito (o prodotto) nazionale si riferisce all’attività
    • A. 

      Dei residenti di un paese nel loro paese o all’estero.

    • B. 

      Dei residenti di un paese all’estero.

    • C. 

      Dei non residenti di un paese nel paese di riferimento

  • 5. 
    La domanda aggregata è pari a
    • A. 

      C + I + G + E – M

    • B. 

      C + I + G + E

    • C. 

      C + I + G + E +M

  • 6. 
    Secondo Keynes, la propensione al consumo delle classi più abbienti è
    • A. 

      È minore di quella delle classi meno abbienti

    • B. 

      È maggiore di quella delle classi meno abbienti

    • C. 

      È uguale di quella delle classi meno abbienti

  • 7. 
    Secondo Keynes, gli elementi che determinano il livello degli investimenti sono
    • A. 

      Le aspettative imprenditoriali e il tasso d’interesse

    • B. 

      Il tasso di interesse

    • C. 

      Le aspettative imprenditoriali

  • 8. 
    Secondo Keynes, in una economia chiusa senza Stato, se il reddito è inferiore al livello di equilibrio
    • A. 

      I risparmi sono inferiori agli investimenti -> la domanda è superiore all’offerta -> riduzione delle scorte -> aumenta la produzione e il reddito.

    • B. 

      I risparmi sono superiori agli investimenti -> la domanda è inferiore all’offerta -> aumento delle scorte -> riduzione produzione e reddito.

    • C. 

      I risparmi sono inferiori agli investimenti -> la domanda è superiore all’offerta -> aumento delle scorte -> aumenta la produzione e il reddito.

  • 9. 
    Secondo Keynes, in un’economia chiusa e senza Stato, date le variabili ΔI  = aumento degli investimenti, ΔS  = aumento dei risparmi, s = propensione al risparmio, si ha
    • A. 

      ΔY = 1\s • ΔI

    • B. 

      ΔI = 1\s • ΔY

    • C. 

      ΔY = s • ΔI

  • 10. 
    Principali tappe dello sviluppo del sistema bancario moderno
    • A. 

      Depositi impropri -> circolazione fiduciaria -> biglietti legali convertibili -> cartamoneta inconvertibile.

    • B. 

      Depositi propri -> circolazione fiduciaria -> biglietti legali convertibili -> cartamoneta inconvertibile.

    • C. 

      Circolazione fiduciaria -> Depositi impropri -> biglietti legali convertibili -> cartamoneta inconvertibile.

  • 11. 
    Il moltiplicatore dei depositi bancari è
    • A. 

      L’inverso del coefficiente di riserva che moltiplicato per l’ammontare dei biglietti a corso legale, ci dà l’ammontare dei depositi bancari

    • B. 

      L’inverso del coefficiente di riserva che diviso per l’ammontare dei biglietti a corso legale, ci dà l’ammontare dei depositi bancari

    • C. 

      Il coefficiente di riserva che moltiplicato per l’ammontare dei biglietti a corso legale, ci dà l’ammontare dei depositi bancari

  • 12. 
    Il coefficiente di patrimonializzazione è
    • A. 

      Il rapporto tra le diverse attività della banca (prestiti alla clientela, investimenti in obbligazioni e azioni, ...) ponderate in base al rischio e il patrimonio proprio della banca stessa.

    • B. 

      Il rapporto tra le diverse attività della banca (prestiti alla clientela, debiti, azioni, ...) ponderate in base al rischio e il patrimonio proprio della banca stessa.

    • C. 

      Il rapporto tra le diverse attività della banca (prestiti alla clientela, investimenti in obbligazioni e azioni, ...) ponderate in base all’incertezza e il patrimonio proprio della banca stessa

  • 13. 
    Nella piramide capovolta del credito,
    • A. 

      La base (ossia i biglietti della banca centrale di emissione) è minore del vertice (ossia moneta bancaria)

    • B. 

      La base (ossia la moneta bancaria) è minore del vertice (ossia i biglietti della banca centrale di emissione)

    • C. 

      La base (ossia i biglietti della banca centrale di emissione) è maggiore del vertice (ossia moneta bancaria)

  • 14. 
    La base monetaria è composta da
    • A. 

      Circolante e riserve bancarie

    • B. 

      Circolante

    • C. 

      Circolante, riserve bancarie e depositi bancari

  • 15. 
    Aumenta la circolazione della moneta e aumentano le riserve valutarie quando
    • A. 

      Il saldo commerciale è positivo

    • B. 

      Il saldo commerciale è negativo

    • C. 

      Le esportazioni aumento

  • 16. 
    Una politica monetaria restrittiva può comportare
    • A. 

      Un aumento del coefficiente di riserva obbligatorio e/o un aumento del tasso di sconto

    • B. 

      Una riduzione del coefficiente di riserva obbligatorio e/o un aumento del tasso di sconto

    • C. 

      Una riduzione del coefficiente di riserva obbligatorio e/o una riduzione del tasso di sconto

  • 17. 
    I Buoni Ordinari del Tesoro sono
    • A. 

      Titoli del debito pubblico di durata non superiore ai 12 mesi;

    • B. 

      Titoli del debito pubblico di durata superiore ai 12 mesi;

    • C. 

      Azioni di aziende pubblico

  • 18. 
    Il prime rate è il tasso d’interesse 
    • A. 

      Che le banche praticano sui prestiti alla clientela primaria

    • B. 

      Che le banche offrono ai depositanti primari

    • C. 

      Che la banca centrale pratica alle banche primarie

  • 19. 
    Se la differenza tra il tasso di interesse bancario attivo e quello passivo è maggiore nel paese A rispetto quella del paese B è possibile affermare che
    • A. 

      Nel sistema bancario del paese B c’è maggiore concorrenza

    • B. 

      Nel sistema bancario del paese B c’è minore concorrenza

    • C. 

      Il sistema bancario del paese A è più efficiente.

  • 20. 
    Nelle obbligazioni
    • A. 

      Il tasso d’interesse corrente è il rapporto tra cedola e prezzo di mercato ed esiste una relazione inversa tra tasso di interesse corrente e prezzo di mercato

    • B. 

      Il tasso d’interesse nominale è il rapporto tra valore nominale e prezzo di mercato ed esiste una relazione inversa tra tasso di interesse corrente e prezzo di mercato

    • C. 

      Il tasso d’interesse corrente è il rapporto tra cedola e prezzo di mercato ed esiste una relazione diretta tra tasso di interesse corrente e prezzo di mercato

  • 21. 
    Un mercato azionario è efficiente quando
    • A. 

      I costi di transazione sono ridotti al minimo possibile

    • B. 

      I prezzi di vendita delle azioni sono ridotti al minimo possibile

    • C. 

      Vi è un numero molto elevato di operatori

  • 22. 
    Le principali condizioni favorevoli al mercato sono
    • A. 

      Trasparenza, spessore, solidità, efficienza

    • B. 

      Spessore, solidità, efficienza

    • C. 

      Spessore, solidità, efficacia

  • 23. 
    Secondo la Teoria Quantitativa della Moneta, date le variabili M = offerta di moneta, V = velocità di circolazione della moneta, P= livello generale dei prezzi, Q=livello di produzione,
    • A. 

      L’aumento di M determina un aumento proporzionale di P, perché V e Q sono costanti

    • B. 

      L’aumento di M determina un aumento proporzionale di Q, perché V e P sono costanti

    • C. 

      L’aumento di Q determina un aumento proporzionale di M, perché V e P sono costanti

  • 24. 
    Secondo Keynes, un aumento dell’offerta di moneta determina
    • A. 

      Una riduzione del tasso di interesse, un aumento della domanda di moneta a scopo speculativo, un aumento degli investimenti, un aumento del reddito

    • B. 

      Una riduzione del tasso di interesse, un aumento della domanda di moneta a scopo di transazione, un aumento degli investimenti, un aumento del reddito

    • C. 

      Un aumento del tasso di interesse, un aumento della domanda di moneta a scopo di transazione, un aumento degli investimenti, un aumento del reddito

  • 25. 
    Secondo i monetaristi, un aumento dell’offerta di moneta
    • A. 

      Non ha influenza duratura sui livelli di occupazione, e in ultima istanza si traduce solo in un aumento dei prezzi.

    • B. 

      Ha influenza duratura sui livelli di occupazione, e in ultima istanza si traduce anche in un aumento dei prezzi.

    • C. 

      Non ha influenza sui livelli di occupazione, e in ultima istanza si traduce solo in un aumento dei prezzi.

  • 26. 
    Se le rimesse degli emigrati sono maggiori delle rimesse degli immigrati si ha un effetto netto
    • A. 

      Positivo sul saldo dei trasferimenti unilaterali privati

    • B. 

      Negativo sul saldo dei trasferimenti unilaterali privati

    • C. 

      Negativo sul saldo dei movimenti di capitale di medio-lungo termine

  • 27. 
    Se il saldo totale della bilancia dei pagamenti è in attivo, significa che
    • A. 

      L’afflusso complessivo di denaro verso l’Italia supera il deflusso complessivo.

    • B. 

      Il deflusso complessivo di denaro verso l’Italia supera l’afflusso complessivo.

    • C. 

      Il saldo commerciale è positivo

  • 28. 
    Secondo Keynes, la riduzione dei salari reali
    • A. 

      è condizione non necessaria e non sufficiente per ripristinare la piena occupazione.

    • B. 

      è condizione non necessaria ma sufficiente per ripristinare la piena occupazione.

    • C. 

      è condizione necessaria ma non sufficiente per ripristinare la piena occupazione.

  • 29. 
    Secondo i marginalisti, l’offerta di lavoro è determinata dal confronto
    • A. 

      Fra salario e disutilità marginale del lavoro crescente

    • B. 

      Fra salario e disutilità marginale del lavoro decrescente

    • C. 

      Fra salario e utilità marginale del lavoro crescente

  • 30. 
    Un aumento del tasso di disoccupazione frizionale comporta un
    • A. 

      Aumento del tasso naturale di disoccupazione

    • B. 

      Aumento del tasso di disoccupazione volontaria

    • C. 

      Riduzione del tasso di occupazione

  • 31. 
    Nel flusso circolare del reddito, in un’economia aperta con Stato, l’uguaglianza tra risorse e impieghi è così espressa
    • A. 

      C + S + T + M = C + I + G + E

    • B. 

      C + S + T + M = I + G + E

    • C. 

      S + T + M = C + I + G + E

  • 32. 
    Nello schema keynesiano senza Stato e resto del mondo, se gli investimenti sono pari a 1000 e la propensione media al consumo è pari a 0,8
    • A. 

      Il reddito d’equilibrio è pari a (1000/0,2)=5000 con risparmi pari a 1000

    • B. 

      Il reddito d’equilibrio è pari a (1000*0,8)=800 con risparmi pari a 80

    • C. 

      Con le informazioni a disposizione non è possibile calcolare il reddito d’equilibrio

  • 33. 
    Le seguenti funzioni sono svolte oltre che dalla moneta anche da altre attività finanziarie
    • A. 

      Mezzo di scambio, riserva di valore

    • B. 

      Mezzo di scambio, unità di conto, riserva di valore

    • C. 

      Unità di conto, riserva di valore

  • 34. 
    La banca centrale
    • A. 

      Crea base monetaria e le banche creano moneta bancaria

    • B. 

      Crea moneta bancaria e le banche creano base monetaria

    • C. 

      Crea base monetaria e moneta elettronica e le banche creano moneta bancaria

  • 35. 
    La circolazione monetaria aumenta con
    • A. 

      L’operazione di mercato aperto di acquisto di titoli

    • B. 

      L’operazione di mercato aperto di vendita di titoli da parte della banca centrale

    • C. 

      L’operazione di mercato aperto di vendita di titoli da parte delle banche

  • 36. 
     Secondo la legge di Say,
    • A. 

      L’offerta crea la propria domanda

    • B. 

      La domanda crea la propria offerta

    • C. 

      L’offerta uguaglia la propria domanda

  • 37. 
     Il salario monetario aumenta del 2%, i prezzi del 3%, la produttività del 2% quindi
    • A. 

      Il salario reale si riduce e il costo del lavoro per unità di prodotto resta costante

    • B. 

      Il salario reale si riduce e il costo del lavoro per unità di prodotto aumenta

    • C. 

      Il salario reale aumenta e il costo del lavoro per unità di prodotto aumenta

  • 38. 
     Per ottenere il prodotto (reddito) nazionale netto al costo dei fattori a partire dal prodotto (reddito) nazionale lordo a prezzi di mercato (Pnl) si deve
    • A. 

      Sottrarre gli ammortamenti, le imposte indirette e aggiungere i contributi dello Stato alle imprese

    • B. 

      Sottrarre gli ammortamenti, aggiungere le imposte indirette e i contributi dello Stato alle imprese

    • C. 

      Sottrarre gli ammortamenti, i contributi dello Stato alle imprese e aggiungere le imposte indirette

  • 39. 
     Le variazioni indesiderate delle scorte sono positive quando
    • A. 

      Le risorse superano gli impieghi

    • B. 

      Gli impieghi superano le risorse

    • C. 

      Le risorse pubbliche superano gli impieghi pubblici

  • 40. 
    Un mercato azionario è solido quando
    • A. 

      Una modesta variazione dell’offerta o della domanda di un certo titolo non provoca grosse variazioni del suo prezzo.

    • B. 

      è facile per il compratore o il venditore trovare una controparte

    • C. 

      Una grossa variazione dell’offerta o della domanda di un certo titolo provoca grosse variazioni del suo prezzo

  • 41. 
    Con la fiscalizzazione degli oneri sociali,
    • A. 

      Il reddito disponibile dei lavoratori resta invariato, mentre viene ridotto il costo del lavoro sopportato dalle imprese

    • B. 

      Il reddito disponibile dei lavoratori aumenta mentre viene ridotto il costo del lavoro sopportato dalle imprese

    • C. 

      Il reddito disponibile dei lavoratori aumenta mentre resta invariato il costo del lavoro sopportato dalle imprese

  • 42. 
    Secondo l’interpretazione dei classici della legge di Say, nel sistema economico
    • A. 

      Si possono avere crisi da sproporzione

    • B. 

      Non si possono mai presentare delle crisi

    • C. 

      Si possono avere crisi da sovrapproduzione generale

  • 43. 
    Secondo Smith e l’identità del reddito procapite, il reddito pro-capite dipende
    • A. 

      Dalla produttività del lavoro, e dalla quota dei lavoratori sul totale della popolazione

    • B. 

      Dalla produttività del capitale, e dalla quota dei lavoratori sul totale della popolazione

    • C. 

      Dalla produttività del lavoro, e dalla quota dei lavoratori produttivi sul totale dei lavoratori

  • 44. 
     In riferimento al mercato azionario, il reato di aggiotaggio concerne
    • A. 

      La diffusione di notizie false

    • B. 

      La conoscenza di notizie riservate

    • C. 

      La diffusione di notizie false e la conoscenza di notizie riservate

  • 45. 
    Il paese A esporta beni di lusso e importa beni primari, il paese B esporta beni primari e importa beni di lusso; una crescita economica del 10% in entrambi i paesi
    • A. 

      Avvantaggerà maggiormente la bilancia commerciale del paese A

    • B. 

      Avvantaggerà maggiormente la bilancia commerciale del paese B

    • C. 

      Beneficerà entrambe i benefici in egual misura

  • 46. 
    Secondo Keynes, la disoccupazione ha natura
    • A. 

      Involontaria

    • B. 

      Volontaria

    • C. 

      Volontaria quando il disoccupato rifiuta il salario di mercato, involontaria quando dipende da una carenza di domanda effettiva

  • 47. 
    Investimento reale
    • A. 

      Spesa per l’acquisto di beni di produzione

    • B. 

      Investimento effettivamente realizzato

    • C. 

      Spesa per l’acquisto di attività finanziarie

  • 48. 
    Se A e B sono due beni complementari, all’aumentare del prezzo del bene A
    • A. 

      Diminuisce la quantità domandata del bene B

    • B. 

      Aumenta la quantità domandata del bene B

    • C. 

      Non varia affatto la quantità domandata del bene B

  • 49. 
    Il break-even point indica il livello di produzione in cui
    • A. 

      I ricavi totali sono uguali ai costi totali

    • B. 

      I ricavi totali sono minori dei costi totali

    • C. 

      I ricavi totali sono maggiori dei costi totali

  • 50. 
    Caratteristiche principali del sistema capitalistico
    • A. 

      Produzione per il mercato, separazione tra lavoro e proprietà dei mezzi di produzione

    • B. 

      Produzione per il mercato e coincidenza tra lavoro e proprietà dei mezzi di produzione

    • C. 

      Produzione per il mercato

  • 51. 
    Definizione di forza lavoro
    • A. 

      Le persone che lavoro

    • B. 

      Le persone che lavorano o che cercano attivamente un posto di lavoro

    • C. 

      Le persone che cercano attivamente un posto di lavoro

  • 52. 
    Le componenti dell'inidice di sviluppo umano sono:
    • A. 

      Speranza di vita alla nascita, alfabetizzazione, prodotto pro-capite

    • B. 

      Mortalità infantile, tasso di laureati, prodotto pro-capite

    • C. 

      Speranza di vita alla nascita, tasso di istruzione secondaria, tasso di occupazione

  • 53. 
    Secondo i marginalisti, in concorrenza perfetta, se in un mercato vi è un eccesso di domanda, l'effetto sarà
    • A. 

      Non vi sarà alcun effetto sui prezzi

    • B. 

      Tendenza alla riduzione dei prezzi

    • C. 

      Tendenza all'aumento dei prezzi

  • 54. 
    Secondo i classici, il stema economico è in conidizione di riproduzione allargata quando
    • A. 

      Parte del sovrappiù viene utilizzata per investimenti, cioè per aumentare le quantità di mezzi di produzione e di sussistenza impiegate nel processo produttivo

    • B. 

      Tutto il sovrappiù viene utilizzato per investimenti, cioè per aumentare le quantità dei mezzi di sussistenza impiegate nel processo produttivo

    • C. 

      Tutto il sovrappiù viene utilizzato per investimenti, cioè per aumentare le quantità di mezzi di produzione

  • 55. 
    Si ha divisione del lavoro orizzontale quando
    • A. 

      All'interno dell'impresa i diversi lavoratori o gruppi di lavoratori svolgono compiti diversi

    • B. 

      Ciascun lavoratore svolge i medesimi compiti

    • C. 

      Ciascuna unità produttiva produce uno specifico bene o gruppo di beni

  • 56. 
    Definizione di saggio di profitto
    • A. 

      Rapporto tra profitti totali e capitale fisso

    • B. 

      Rapporto tra profitti totali e capitale anticipato

    • C. 

      Rapporto tra profitti totali e costi variabili

  • 57. 
    Secondo gli economisti classici, il prezzo di mercato scende al di sotto del prezzo naturale
    • A. 

      Se si verifica un aumento imprevisto dell'offerta, o una riduzione imprevista della domanda

    • B. 

      Se si verifica una riduzione imprevista dell'offerta, o una riduzione imprevista della domanda

    • C. 

      Se si verifica una riduzione imprevista dell'offerta, o un aumento imprevisto della domanda

  • 58. 
    I marginalisti affermano che la disutilità marginale del lavoro
    • A. 

      è crescente e l'utilità marginale di un bene è decrescente

    • B. 

      è decrescente e l'unità marginale di un bene è crescente

    • C. 

      è crescente e l'utilità marginale di un bene è crescente

  • 59. 
    Secondo i marginalisti, i bisogni sono
    • A. 

      Molteplici, ordinabili, illimitati

    • B. 

      Molteplici, ordinabili, limitati

    • C. 

      Molteplici, non ordinabili, illimitati

  • 60. 
    Secondo la legge di Engel, beni di lusso hanno un'elasticità della domanda
    • A. 

      Ai prezzi maggiore di quella dei beni di prima necessità

    • B. 

      Al reddito maggiore di quella dei beni di prima necessità

    • C. 

      Al reddito minore di quella dei beni di prima necessità

  • 61. 
    Le materie prime sono una componente
    • A. 

      Del capitale fisso

    • B. 

      Del capitale circolante

    • C. 

      Dell'ammortamento

  • 62. 
    Secondo i marginalisti, quando si è in concorrenza perfetta, in equilibrio di breve periodo
    • A. 

      I costi marginali sono uguali ai ricavi marginali e si possono avere profitti positivi

    • B. 

      I costi marginali sono inferiori ai ricavi marginali e si possono avere profitti positivi

    • C. 

      I costi marginali sono superiori ai ricavi marginali e si hanno profitti nulli

  • 63. 
    Secondo i marginalisti, i costi marginali e i costi medi unitari all'aumentare della quantità prodotta
    • A. 

      Prima crescono poi decrescono

    • B. 

      Prima decrescono poi crescono

    • C. 

      Decrescono

  • 64. 
    Secondo i marginalisti, la curva di domanda indica, per ogni data quantità di prodotto il prezzo
    • A. 

      Massimo che induce il consumatore ad acquistare sul mercato quella quantità di prodotto.

    • B. 

      Minimo che induce il consumatore ad acquistare sul mercato quella quantità di prodotto.

    • C. 

      Di scambio di quella quantità di prodotto

  • 65. 
    Secondo i marginalisti, in concorrenza perfetta gli imprenditori sono
    • A. 

      Price makers e quantity takers

    • B. 

      Price takers e quantity makers

    • C. 

      Price takers e quantity takers

  • 66. 
    Secondo i marginalisti, la curva d'offerta indica per ogni data quantità di prodotto
    • A. 

      Il prezzo massimo sufficiente a indurre il produttore a offrire sul mercato quella quantità di prodotto

    • B. 

      Il prezzo medio necessario a indurre il produttore a offrire sul mercato quella quantità di prodotto

    • C. 

      Il prezzo minimo necessario a indurre il produttore a offrire sul mercato quella quantità di prodotto

  • 67. 
    I beni di consumo sostituibili
    • A. 

      Possono essere usati per soddisfare diversi bisogni

    • B. 

      Vanno usati congiuntamente per soddisfare uno stesso bisogno

    • C. 

      Possono essere usati alternativamente per soddisfare uno stesso bisogno

  • 68. 
    Secondo i classici, gli utilizzi improduttivi del sovrappiù sono
    • A. 

      Consumi di lusso, consumi uguali al minimo necessario per i lavoratori, consumi dei disoccupati

    • B. 

      Consumi di lusso, consumi eccedenti al minimo necessario per i lavoratori, consumi dei disoccupati

    • C. 

      Consumi di lusso, consumi eccedenti il minimo necessario per i lavoratori, consumi dei lavoratori improduttivi,consumi dei disoccupati

  • 69. 
    Secondo i classici, quale forma di oligopolio è tipica delle industrie manifatturiere che proucono beni di consumo durevoli?
    • A. 

      Oligopolio concentrato

    • B. 

      Oligopolio differenziato

    • C. 

      Oligopolio misto

  • 70. 
    Secondo i classici, l'extraprofitto è pari alla differenza tra
    • A. 

      La quantità che prevale in condizioni di oligopolio e quella che prevarrebbe in condizioni di libera concorrenza

    • B. 

      Il prezzo che prevale in condizioni di monopolio e quello che prevarrebbe in condizioni di oligopolio differenziato

    • C. 

      Il prezzo che prevale in condizioni di oligopolio e quello che prevarrebbe in condizioni di libera concorrenza

  • 71. 
    Secondo i classici, la barriera all'entrata nell'oligopolio concentrato è tanto più alta quanto più
    • A. 

      è alta l'elasticità al prezzo della domanda

    • B. 

      è bassa l'elasticità al prezzo della domanda

    • C. 

      è bassa l'elasticità al reddito della domanda

  • 72. 
    Secondo i classici, la barriera all'entrata nell'oligopolio differenziato dipende da
    • A. 

      Spese pubblicitarie

    • B. 

      Discontinuità tecnologiche

    • C. 

      Nessuna delle precedenti

  • 73. 
    Secondo il principio del costo pieno, il costo variabile unitario è pari alla somma del
    • A. 

      Costo delle materie prime, costo dell'energia e salario

    • B. 

      Costo delle materie prime e salario

    • C. 

      Costo delle materie prime, costo dell'energia e costo del lavoro per unità di prodotto

  • 74. 
    Secondo i classici, in oligopolio il grado di utilizzo normale degli impianti è pari
    • A. 

      Al livello massimo di produzione

    • B. 

      Al livello minimodi produzione

    • C. 

      Nessuna delle precedenti

  • 75. 
    Secondo la teoria delle asimmmetrie informative alcune informazioni
    • A. 

      Sono disponibili, prima dello scambio, solo per gli acquirenti

    • B. 

      Non sono disponibili per alcuno dei soggetti economici

    • C. 

      Sono disponibili, prima dello scambio, solo per alcuni soggetti economici ma non per altri

  • 76. 
    Secondo i classici, si ha libera concorrenza quando nel mercato
    • A. 

      Vi sono ostacoli all'ingresso delle nuove imprese, ma superabili

    • B. 

      Vi è un numero elevato di imprese

    • C. 

      Non vi è alcun ostacolo all'ingresso di nuove imprese sul mercato

  • 77. 
    Quali generi di problemi comportano le asimmetrie informative
    • A. 

      Selezione avversa, problema del principale -agente

    • B. 

      Rischio morale, selezione avversa

    • C. 

      Problema del principale -agente,rischio morale,selezione avversa,

  • 78. 
    L'aumento delle persone che rinunciano a cercare lavoro
    • A. 

      Riduce la forza lavoro e quindi aumenta il tasso di partecipazione( o tasso di attività)

    • B. 

      Aumenta la forza lavoro e quindi aumenta il tasso di partecipazione( o tasso di attività)

    • C. 

      Riduce la forza lavoro e quindi riduce il tasso di partecipazione( o tasso di attività)